Dolores O' Riordan morte
Musica

Da “Zombie” a “Just my imagination”: il ricordo di Dolores impazza sui social

La notizia è arrivata ieri sera come un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Dolores O’ Riordan, l’indimenticabile voce dei Cranberries, è morta improvvisamente all’età di 46 anni, mentre si trovava a Londra per registrare con la band. La notizia è immediatamente rimbalzata su tutti i social. Post e messaggi di ricordo su Facebook, cinguettii su Twitter e storie su Instagram: il ricordo dei suoi fan è diretto, immediato, sentito e commosso. Frasi delle sue canzoni, ma anche un vero e proprio mantra: con lei, per molti, se ne va un pezzo di adolescenza e un’infinità di ricordi. Perché, inutile nascondersi, negli anni ’90 era difficile trovare un walkman in cui non risuonassero le note di “Zombie”, probabilmente la canzone più amata.

Linger, Dream, Salvation, Ode to my family: è davvero impossibile elencare tutti i suoi successi, ricordati ieri da tutti, perfettamente all’unisono. E ovviamente nemmeno le star della musica si sono sottratte al ricordo di Dolores.  “Dolores era uno spirito brillante e generoso, con uno spiccato senso dell’umorismo e una voce straordinaria”, sono le parole twettate dai R.E.M. E ovviamente non può mancare il messaggio della sua band storica, i Cranberries: “Era un talento straordinario e ci sentiamo privilegiati di aver fatto parte della sua vita dal 1989. Il mondo ha perso una vera artista oggi”.

It’s not my imagination”, cantava Dolores in una delle sue canzoni più belle, “Just my imagination”. La giornata di ieri, quella della sua morte improvvisa, il popolo dei social avrebbe voluto fosse solo un incubo frutto proprio dell’immaginazione. Ma, a volte, la realtà va maledettamente oltre.

LEGGI ANCHE  Ruggero Pasquarelli, il cantante da 12 milioni di followers
Categorie
Musica

Commenta

*

*