Prima Pagina

Tradurre senza tradire un testo, compito arduo ma possibile

Il mercato globale impone alle aziende di saper parlare tutte le lingue del mondo

Già nell’antichità classica la traduzione ha suscitato molti interessi e riflessioni a causa del suo importante ruolo nello scambio tra strutture linguistiche, infatti non è sufficiente, per creare una buona traduzione, trasformare i segni scritti da un codice sorgente ad uno di destinazione, ma bisogna conoscere entrambi i codici nel dettaglio della loro complessità e del senso che alcune espressioni possono assumere se trasportate da un contesto linguistico ad un altro. Si tratta di un lavoro molto delicato che sottende una comprensione profonda del brano di origine e una conoscenza dettagliata del modo di trasporre, non solo le parole, ma il loro significato. In effetti il compito è arduo se si considera che già nella lettura di un brano scritto nella propria lingua si mette in atto un’operazione di traduzione dal messaggio che l’autore ha inserito tra le parole e il senso che per il lettore quel messaggio assume col rischio costante di una contaminazione del pensiero del lettore e dello scrittore. Ogni persona è costantemente, nella vita di tutti i giorni, chiamata a tradurre i messaggi che la circondano.

Da qui si può capire quanto sia importante il ruolo di chi si occupa di servizi linguistici di traduzione soprattutto nel mondo del lavoro che al giorno d’oggi espone le aziende ad una sempre crescente collaborazione con i mercati esteri e che quindi le mette in condizione di dover tradurre i contenuti in entrata ed anche quelli in uscita. Ecco che i siti internet diventano sempre più spesso multilingue e sono in grado di fornire testi che funzionano non solo grammaticalmente, ma anche semanticamente.

Una traduzione sbagliata può causare controversie o errori di produzione se non precisa e mirata. Basti pensare alle traduzioni area big data che devono creare connessioni anche tra dati apparentemente  non collegati tra loro per riuscire a creare una relazione che permetta di elaborare delle previsioni su possibili avvenimenti. Sbagliare una traduzione in questo contesto significherebbe creare un fallimento nelle grandi strategie di mercato con la conseguente ingente perdita di guadagni.

LEGGI ANCHE  Fake news, come ci si può difendere?

Tradúcere significa far passare, da trans = al di là, e dúcere = condurre e la semantica in un testo non può essere sottovalutata affinché il significato sia condotto da un registro linguistico ad un altro per questo chi opera una traduzione non può ignorare o tralasciare il vivere nel tempo, infatti si parla di scadenza della traduzione perché i significati sottintesi spesso sono concetti paragonabili a delle mode che poi passano o si evolvono. Questo significa che tradurre oggi un testo di 400 anni fa porterà sicuramente una perdita di contenuti a causa della mancata conoscenza del traduttore del contesto nel quale è stato scritto, contesto nel quale le parole assumevano un significato che quasi certamente non potrà combaciare col significato odierno.

La chiave di lettura è sempre determinante per un brano e solo il lavoro di un traduttore competente, attento, formato e informato sulla lingua di origine del testo tanto quanto su quella di destinazione può assicurare che informazioni preziose non vadano perdute ed è inoltre importante che vengano distinte le traduzioni letterarie da quelle tecniche e scientifiche che devono contestualizzarsi perfettamente nell’ambito specifico di destinazione e richiedono competenze altrettanto specifiche.

Non è facile contrastare il binomio che lega il termine tradurre al termine tradire perché ottenere testi tradotti alla perfezione è molto difficile e solo avvalendosi di persone competenti si può evitare di correre il rischio di avere testi con segni tradotti, ma significati incomprensibili.

Categorie
Prima Pagina

Commenta

*

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.