Prima Pagina

Imparare la storia con le serie tv

Tra qualche anno, nelle nostre scuole, non si studierà più sui libri. Gli occhi degli alunni saranno incollati su schermi, lavagne interattive, tablet e quant’altro. Il video, infatti, ha da sempre una maggiore presa sulle giovani menti.

Lo dicono delle ricerche universitarie, che mettono in evidenza come un metodo assolutamente da provare per fissarsi elementi è quello di vedere film storici o documentari.

Da oggi proviamo a darvi delle dritte in questo senso, sia che siate degli appassionati di storia, sia che siate degli studenti, oppure dei maestri, professori o genitori.

La nostra prima proposta è la serie tv, ideata da John Fusco per Netflix, dal titolo “Marco Polo”. Andata in onda dal 2014 al 2016, con due stagioni da 21 episodi ciascuno, narra la storia della spedizione in Oriente.

Siamo nella Venezia del 1274, il giovane Marco, insieme al padre Niccolò e allo zio Matteo, inizia un viaggio destinato a cambiare la loro vita e la nostra. Lo scopo è quello di raggiungere, per fini commerciali ed economici, la Cina.

La carovana italiana attraversa il continente, fino ad arrivare al centro dell’Impero Mongolo, dove regna Kublai Khan. Il viaggio, però, ha un incredibile colpo di sorpresa. Per farsi aprire la via della Seta, il padre e lo zio lasciano Marco in ostaggio all’imperatore. Qui inizia la metamorfosi del nostro personaggio, che finirà per immergersi nelle tradizioni, nei costumi e nel modo di pensare tipico asiatico.

Marco Polo è scaltro, furbo, sveglio. Khan inizia ad apprezzarlo e gli chiede consigli su come espandere e potenziare il suo impero. Ecco allora gli intrighi di potere, le lotte intestine, i conflitti contro la Dinastia Song. Dove anche le mosse del giovane italiano saranno decisive.

LEGGI ANCHE  Il ruolo della pubblicità nella crescita delle donne che giocano

La produzione di Marco Polo è costata qualcosa come 90 milioni di dollari. Tanto spese Netflix per creare gli episodi, che prima dovevano essere prodotti da Starz e successivamente da The Weinstein Company. Diffusa in streaming, la regia è stata affidata a Joachim Ronning ed Espen Sandberg.

E anche il cast è di tutto rilievo: Marco Polo è interpretato da Lorenzo Richelmy e doppiato in italiano da Alessio Nissolino, Niccolò, padre di Marco, da Pierfrancesco Savino, Kublai Khan è invece Benedict Wong mentre Kaidu Khan è Rick Yune.

Un tuffo nel passato e nella storia, per studiare e imparare nuove cose in maniera semplice, bella e interattiva. Alla prossima puntata!

Categorie
Prima Pagina

Commenta

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.