Prima Pagina

Fiorello stende tutti: Viva Rai Play vola

Lui si è definito il Renzi della televisione, per noi è direttamente il Cristiano Ronaldo della Rai. Fiorello infatti non solo conferma le aspettative: le supera. Dopo la prima puntata, record, arrivano anche i dati sorprendenti del secondo appuntamento.

Dopo il boom dell’esordio ‘Viva Rai Play’ in onda alle 20.30 su Rai Uno ecco il risultato straordinario: 6.310.000 spettatori con il 23,8% di share sono i numeri relativi al secondo appuntamento del programma di ieri 5 novembre 2019, in lievissima flessione rispetto al giorno precedente, ma comunque evidentemente indice di un successo.

Un risultato che appare ancora più sconvolgente dal momento che ieri il canale più ‘illuminato’ nella prima serata era Canale 5 con la partita di Champions League Borussia Dortmund-Inter, che ha tenuto i tifosi e gli appassionati attaccati allo schermo, ottenendo 4.404.000 spettatori e il 16.7% di share. Ma ‘Striscina la Notizina’, la versione ridotta prepartita del programma di Antonio Ricci, che si è scontrata direttamente con Fiorello, si è dovuta accontentare di 3.699.000 spettatori con uno share del 14%, nonostante il traino della partita dell’Inter. Su Rai1, dopo Fiorello e dopo i ‘Soliti Ignoti’ (che hanno registrato 5.273.000 spettatori con il 19.2% di share) è andato in onda il film ‘La Nostra Terra’, visto da 2.810.000 spettatori con il 12.2% di share, mentre il terzo posto è ancora della Rai, con il secondo canale che con ‘Il Collegio’, ha totalizzato 2.486.000 spettatori e il 10.6% di share.

A seguire, tra gli altri ascolti di prime time, ‘Le Iene Show’ su Italia 1 (1.808.000 spettatori, share 11.2%), ‘Una Vita’ su Rete4 (1.280.000 spettatori, share 5.2%), ‘DiMartedì’ su La7 (1.218.000 spettatori, share 5.5%), ‘Cartabianca’ su Rai3 (1.019.000 spettatori, share 4.6%), ‘Transporter: Extreme’ sul Nove (405.000 spettatori, share 2.1%), ‘Ex’ su Tv8 (351.000 spettatori, share 1.5%).

LEGGI ANCHE  Le 5 Serie TV più viste di sempre

Tante parole belle e complimenti per Fiorello, ma anche qualche critica. Come quelle che arrivano da Fabio Volo. “Fiorello fa Fiorello, è il numero uno a cantare, ballare, imitare e a improvvisare, ma la grammatica è quella di Noschese: il suo linguaggio non è innovativo” ha detto lo scrittore e opinionista televisivo che annuncia: “Sto scrivendo un soggetto per un film e ho due o tre idee per un programma televisivo, ma non è il momento giusto per la tv: non ci sono più i direttori di rete che rischiano. Se oggi due puntate non vanno bene la trasmissione viene cancellata dal palinsesto. Il primo anno de Le iene è stato un buco nell’acqua, ma c’era qualcuno che credeva nel progetto e dopo 20 anni è ancora in onda”.

Chissà che tra i due non possa nascere una collaborazione televisiva.

Categorie
Prima PaginaTelevisione

Commenta

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.